Chi siamo

DECENTRA è un’ampia rete di collegamenti per la formazione, la cultura e lo scambio di competenze nell’ambito dei Registri Distribuiti.

COACHING AZIENDALE – FORMAZIONE QUALIFICATA PER IMPRENDITORI, MANAGER E SVILUPPATORI

Fondatori

Siamo imprenditori, esperti e ricercatori del settore

Crediamo nelle potenzialità delle tecnologie blockchain e DLT, e le applichiamo nelle nostre attività di tutti i giorni

 

Comitato Scientifico

Istituito come guida disciplinare, è un organo altamente qualificato, aperto ed ecumenico. Risponde al codice etico dell’Accademia

E’ garante della qualità tecnica e scientifica dell’Accademia.

Franco Cimatti

Moderatore della sezione italiana subitcointalk.org il forum originale dove Satoshi ha lavorato al progetto; presidente di Bitcoin Foundation Italia; primo traduttore, in lingua italiana, del software Bitcoin.

Marco Vasapollo

Sviluppatore ed esperto di Blockchain, CEO e Founder MetaRing, Co-inventore DFOHub

Sergio De Prisco

Co-fondatore di Bitcoin Foundation Italia; co-fondatore e CTO di Crypto Nike

Daniele Pregnolato

Esperto di blockchain e sistemi di pagamento cross-system

Alessandro Mario Laganà Toschi

Imprenditore, esperto di Blockchain e AI, sviluppatore e investitore

Alessandro Polverini

Sviluppatore e Co-fondatore di Melis

Advisors

Fanno parte di questo consesso profili intellettuali e professionali (che collaborano con l’accademia) per meglio comprendere le esigenze culturali, formative e di network del mercato e più in generale della società.

 

Il codice DECENTRA

La libertà non si chiede, né si concede, ma si esercita, assumendosene la responsabilità.
Può essere ardua o agevole, maunascelta è sempre possibile.
Noi lavoriamo perché sia più facile,perché l’unico progresso
è quello che aumenta le possibilità di scelta,
il solo rapporto desiderabile è quello volontario e l’unica autorità legittima
è quella liberamente scelta.

Noi lavoriamo per superare le autorità centrali,
perché ogni dissenso possa sottrarsi e scegliere la sua strada.
A questo fine, alcuni hanno scelto di scrivere codice e condividerlo,
perché altri vi costruiscano sopra.
Noi abbiamo scelto di dar loro spazio per creare altri sviluppatori
e una piazza per confrontarsi lealmente coi loro pari,
senza imporre percorsi, mailluminando tutte le strade.

Qui non parliamo delle persone, ma argomentiamo tesi,
non denigriamo posizioni correttamente argomentate,
ma illustriamo le nostre in spazi e tempi ragionevoli, rispettando quellialtrui.
Qui evidenziamo le debolezze degli argomenti, sulle quali chi espone non sorvola,
ma le tratta più a fondo.
Qui distinguiamo ciò che esiste da ciò che potrebbe esisterese ce ne fossero le condizioni
e nonpermettiamo che siano confusi.
Questo è il metodo che liberamente accettiamo.